Osservatorio territoriale diocesano e “Cercatori di Lav…Oro”

Osservatorio Territoriale e “Cercatori di LavOro

Si terrà fra pochi giorni a Firenze, dal 23 al 25 febbraio, il 2° Seminario Nazionale di Pastorale Sociale dal titolo “Ecologia Integrale nel Lavoro e nei Conflitti” con sottotitolo “Prospettive per un annuncio cristiano ineludibilmente sociale”.

Il tema è indubbiamente di grande attualità, in quanto si inserisce nell’impegno intrapreso da tempo dalla Chiesa Italiana di svolgere un ruolo attivo e consapevole nelle tematiche del lavoro, e soprattutto del lavoro giovanile che non c’è.

Quest’anno, inoltre, a fine ottobre si svolgerà a Cagliari la 48esima edizione delle Settimane Sociali dei Cattolici in Italia, che avrà come tema centrale proprio quello del Lavoro, un Lavoro auspicabilmente “libero, creativo, partecipativo e solidale”. Il Seminario di Firenze sarà un momento fondamentale di preparazione a quanto sarà poi dibattuto nella Settimana Sociale di Cagliari.

A tale proposito, anticipiamo una iniziativa della Settimana Sociale che noi, nella nostra Diocesi, sentiamo particolarmente vicina. È il tema dell’osservazione attenta e partecipata del territorio. Ciò che viene proposto dalla Settimana Sociale è l’individuazione e la valorizzazione, all’interno delle singole diocesi italiane, di buone pratiche esistenti.

Si tratta di avviare con metodo da ricercatori una attenta azione di scouting territoriale, in collaborazione con altri Soggetti presenti sul territorio, finalizzata a mettere in luce concreti esempi di realtà positive appartenenti al mondo delle imprese o a quello della Scuola, o ancora a quello delle Istituzioni.

Si arriverà così a costruire un archivio su base nazionale di buone pratiche, che servirà da riferimento per la disseminazione e diffusione di idee, esperienze e possibili soluzioni al drammatico problema del lavoro… che non c’è.

Notiamo una significativa correlazione tra questa iniziativa su scala nazionale e il nostro progetto dell’Osservatorio Territoriale Diocesano, già avviato l’anno scorso, che quest’anno avrà un ulteriore sviluppo in senso formativo. Anche noi abbiamo da tempo sentito la necessità di una migliore conoscenza del territorio in cui viviamo e ci siamo “attrezzati” per rispondere a questa esigenza.

Ci fa quindi molto piacere riscontrare che anche in ambito nazionale tali esigenze si siano manifestate e abbiano condotto a una serie di soluzioni. Il metodo potrà magari essere diverso in alcune parti, ma l’obiettivo è comune.

Gli organizzatori della Settimana Sociale hanno ideato la figura dei “Cercatori di LavOro”, interessante neologismo che evoca una attività paziente, faticosa, forse ingrata, d’altri tempi, ma con un premio altamente remunerativo. Vediamo più di qualche analogia tra questi Cercatori di LavOro e le figure di animatori/osservatori territoriali che il nostro progetto Osservatorio 2.0 ha in mente di far nascere.

Consideriamo questo un augurio e un incoraggiamento.

Noi non siamo certo nell’Età dell’Oro e il nostro Oro sta forse più dentro che fuori di noi. Starà a noi trovare modi e motivazioni per estrarlo e lucidarlo.

Febbraio 2017

Giambattista Taboga

Commenti chiusi