Chi siamo

La storia del Progetto “Osservatorio territoriale diocesano”

 

L’Osservatorio territoriale diocesano rientra tra le recenti attività svolte dalla Diocesi di Anagni-Alatri al fine di favorire la conoscenza del comprensorio di suo interesse e individuare gli elementi specifici che caratterizzano e valorizzano il territorio in questione.

L’Osservatorio diocesano è il risultato di un percorso iniziato qualche anno fa, che ha coinvolto una ampia e variegata platea di interlocutori. In particolare, il punto di partenza si può far risalire all’interesse suscitato da una serie di incontri formativi sulla “Cittadinanza Responsabile”, tenutisi presso la nostra Diocesi.

Al termine di questi seminari è stato redatto una sorta di studio d’area di carattere generale e descrittivo del territorio diocesano, reso possibile dall’utilizzo di qualificate banche dati a livello nazionale. Ciò ha messo in luce fin da subito i principali aspetti socio-economici relativi al territorio, evidenziando affinità e difformità locali.

Lo studio d’area ha innescato un confronto tra i presenti, seguito dalla costituzione di un gruppo di lavoro orientato verso le tematiche dell’Osservatorio, che si è inserito poi tra le attività del Progetto Culturale diocesano. Sono state così portate avanti una serie di riflessioni sui contenuti e sulle possibili modalità attuative dell’Osservatorio stesso.

A tal proposito, l’idea di realizzare un Osservatorio territoriale è stata accolta con entusiasmo e interesse dagli Animatori di Comunità (AdC) del Progetto Policoro diocesano, che ne hanno individuato un prezioso aiuto per la loro attività di scouting delle opportunità di occupazione giovanile.

In questo contesto, si è aggiunto l’interesse da parte della Caritas Diocesana, che intendeva istituire anche presso la nostra comunità l’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse, OSPO.

L’OSPO è “lo strumento della Chiesa locale, gestito e finanziato da Caritas Italiana, allo scopo di rilevare sistematicamente le situazioni di povertà, disagio e vulnerabilità sociale, nonché il sistema di risposte messo in atto per contrastarle“.

La collaborazione attiva tra questi soggetti, con il coordinamento del responsabile della Pastorale Sociale e del lavoro e grazie al sostegno finanziario fornito da Caritas Italiana, ha potuto concretizzarsi nell’attuazione del Progetto Osservatorio territoriale diocesano.

Avviato nel settembre 2015, questo progetto è destinato a consolidarsi nel tempo, fino a diventare un punto di riferimento per la comunità locale.

Commenti chiusi